Your English Teacher
Insegnante e tutor di Inglese per lezioni di persona e online. General e Business English

Blog

Di giorno insegno. Di notte scrivo.
Approfondimenti su vari aspetti della lingua Inglese, grammatica, apprendimento e curiosità.

Curriculum in Inglese

Regole generali

Avere un in inglese non fa mai male. Chiaramente, non è necessario averlo se non si ha la minima intenzione di fare un lavoro in cui sia richiesto l’Inglese, tantomeno se l’Inglese proprio non lo si sa.

Sarebbe interessante ottenere un colloquio grazie ad un cv scritto in un Inglese perfetto e poi presentarsi al colloquio balbettando in codice morse.

In tutte le altre situazioni, scrivere un cv in Inglese ha le sue regole.

Per prima cosa no… non basta tradurre quello che hai già in Italiano. Oltre alla conoscenza della lingua, dovrai anche saper usare (o far vedere che le sai usare) costruzioni ed espressioni tipiche che un recruiter di lingua Inglese si aspetta in un cv.

Oltre a questo, al contrario del cv Italiano (a mio avviso obsoleto e altamente discriminatorio), il cv in Inglese hai degli elementi che bisogna assolutamente inserire e altri che bisogna assolutamente evitare.

Da evitare

  • foto: salvo casi particolari e chiaramente indicati, evitare di aggiungere una foto. Viene infatti vista come motivo discriminatorio. Perchè? Un recruiter potrebbe concentrarsi sull’aspetto fisico dei candidati piuttosto che sulle loro competenze ed esperienze.

  • data di nascita: idem. Discrimina in quanto nel cv devo dimostrare che so fare il lavoro richiesto, indipendentemente dalla mia età. Per Legge le opportunità lavorative sono aperte a chiunque, di conseguenza non serve indicare quante candeline spegnerai alla prossima torta.

  • sesso: so che in Italia non viene indicato nel cv, ma il motivo è semplice: si evince dal nome. In altri Paesi però, dove ci sono persone di ogni cultura e nazione, non sempre è facile capire il sesso da un nome. Pensa ad esempio a nomi Cinesi, Indiani, Thailandesi, etc. Non ancora frequente qui da noi, ma molto comune in USA, Australia, Canada, Inghilterra e altri Paesi.

  • Indirizzo: questo dipende. tecnicamente non richiesto, ma se gioca a vostro favore inseritelo. Non è richiesto sempre per motivi di discriminazione (ti assumo solo se abiti vicino), ma potete indicarlo qualora effettivamente vi possa dare un punto in più.

  • Interessi incompatibili il cv non serve a presentarvi in modo cool… ma per ottenere un incarico professionale. Di conseguenza, non dilungatevi troppo in cose che non c’entrano niente con il lavoro o che esulano dallo scopo.

  • facoltativo: a seconda del lavoro potrebbe essere non necessario specificare che, nel 2019, sapete usare internet e il pacchetto Office… Magari fatelo se pensate di staccare tutti con competenze di questo tipo, ma se il lavoro è anche solo minimamente d’ufficio, tenderei a darlo per scontato. In questo caso lascio comunque la scelta a voi.

Da inserire

  • Sommario [Summary]: una breve introduzione di te stesso. Breve significa un paio di paragrafi che sintetizzano il tuo profilo professionale. Un po’ come se dovessi presentarti velocemente a qualcuno. Per i dettagli usa le sezioni successive.

  • Informazioni personali [Personal Information]: le classiche informazioni che sappiamo: nome, cognome, contatti. Attenzione: saltate pure il telefono fisso e mettete solo un numero di cellulare. Praticamente obbligatorio un indirizzo email.

  • Studi e qualifiche [Education and Qualifications]: elenco dei vostri studi, che può includere eventuali corsi extra-universitari o certificati vari. Indicate dove (istituto o ente), quando (anno) e cosa avete studiato. Se state ancora studiando, dovete specificarlo.

  • Esperienze di lavoro [Work experience]: i lavori fatti in precedenza. Qui la cosa si complica un po’ in quanto si tratta della sezione principale. Un recruiter Inglese baderà più alla sostanza che ai tanti bei giri di parole a cui siamo abituati nei nostri cv. Maggiore attenzione sarà dato ai seguenti aspetti:

    • le vostre competenze specifiche che fanno di voi un candidato papabile. Si dividono in Hard Skills (competenze tecniche) e Soft Skills (competenze personali);

    • gli obbiettivi che avete raggiunto nei precedenti incarichi: non importa se non sono connessi con il lavoro a cui vi state candidando, in quanto questo elemento serve per dimostrare che nel lavoro che fate raggiungete gli obbiettivi richiesti.

    • titolo: cercate di capire come si traduce esattamente il vostro lavoro in Inglese, perché non è detto che una traduzione letterale sia corretto.
      Esempio: dire soltanto Manager, non vuol dire niente. HR Manager invece ha senso.

  • Interessi: attenzione al messaggio che passate. Come accennato prima, aggiungerli solo in caso siano compatibili con il lavoro desiderato e possano offrire spunti per farvi conoscere meglio durante il colloquio.
    Particolarmente ben viste sono le esperienze volontarie, sia intese come volontariato, ma anche come attività svolte gratuitamente con lo scopo preciso di imparare qualcosa relativo al lavoro che cercate. Dimostra un alto livello di proattività e impegno.

Indicazioni aggiuntive

  • Sito internet: se ne avete uno ed è compatibile con la posizione desiderata, inseritelo tra i vostri recapiti. Per alcuni lavori sarà inoltre richiesto per dimostrare alcune competenze (IT, Graphic Designers, Web Designer, ecc.). Se siete in dubbio evitate.

  • Formato: secondo una ricerca Canadese, un recruiter dedica un massimo di 6 secondi per valutare un cv e decidere se leggerlo meglio. È assolutamente imperativo usare un formato chiaro e leggibile al massimo. Usate un font semplice, uno o due colori, evitate di dilungarvi e cercate di stare entro le due pagine.

  • esperienze troppo vecchie: che abbiate lavorato da Blockbuster nel lontano 2001 mentre eravate studenti universitari è certamente apprezzabile, ma probabilmente non necessario. Concentratevi sulle esperienze più recenti e compatibili con la posizione che state cercando.

Glossario utile

Cover letter: lettera di presentazione
Apprenticeship: apprendistato
Bachelor's degree: laurea triennale
Master's degree: laurea specialistica
PHD: Dottorato di ricerca
Scholarship: borsa di studio
Computer literate: possesso di buone conoscenze informatiche
Available to relocate: disponibile ai trasferimenti di sede
Available to travel: disponibile per le trasferte di lavoro
Communication skills: abilità comunicative
Training course: corso di formazione
Achievements: obbiettivi raggiunti
Hard Skills: competenze tecniche specifiche e necessarie a quel lavoro
Soft Skills: competenze personali non specifiche, ma utili: capacità di relazione, empatia, ecc.